Ricerca corsi

Trappole mentali e Neuromanagement

  • Codice
  • DEASS SC 1.16
  • Presentazione
  • “Le idee, i concetti, gli assunti su cui sono state costruite e gestite le organizzazioni semplicemente non sono più in sintonia con la realtà” Peter Drucker Gli studi recenti e le applicazioni della “economia comportamentale” e delle neuroscienze hanno definitivamente messo in discussione i criteri e le modalità d’azione degli attori economici e organizzativi proponendo modalità più efficaci per sopravvivere alla turbolenza attuale. Ma, nella quotidianità, i comportamenti di operatori pubblici e privati non hanno subito significative modificazioni, continuando a produrre bolle speculative a livello macroeconomico e catastrofici fallimenti e distruzione di ricchezza a livello di singole imprese. È possibile portare ad azione capillare, cioè alla portata dei manager e dei professional, le modalità suggerite dal “neuromanagement”? Queste due giornate si svolgeranno proponendo e facendo sperimentare come abbandonare l’illusione razionalistica di una mente umana governata interamente dalla consapevolezza e accettare la realtà di una mente prevalentemente inconsapevole e inestricabilmente connessa con le emozioni, ma che può comunque sostenere le seguenti sfide attuali:
  • Obiettivi
  • Evidenziare il reale funzionamento della mente umana al lavoro, alla luce delle scoperte delle neuroscienze e dell’economia comportamentale. Ilustrare le caratteristiche delle intelligenze multiple, le facoltà mentali scoperte dalle neuroscienze, che consentono una ridefinizione e un ampliamento delle tradizionali capacità manageriali e professionali. Approfondire la comprensione del patrimonio mentale rappresentato dalle intelligenze multiple. Verificare come incrementare i risultati dei manager e dei professional delle imprese private e pubbliche tramite la valorizzazione delle intelligenze manageriali e delle trascurate risorse emozionali. Presentare le modalità per ricercare e valorizzare i giovani talenti, tramite l’analisi delle intelligenze manageriali. Verificare l’applicabilità contributi offerti dal neuromanagement per navigare nella turbolenza dei mercati e nella complessità organizzativa delle imprese.
  • Destinatari
  • Imprenditori, liberi professionisti, dirigenti, quadri e collaboratori di aziende industriali e di servizi pubbliche e private; capi progetto e responsabili risorse umane, responsabili commerciali e gestione clientela, consulenti finanziari.
  • Requisiti
  • Nessuno in particolare.
  • Certificato
  • Attestato di frequenza con 1 ECTS validi per i seguenti percorsi formativi: Diploma of Advanced Studies (DAS) in Skills’ Empowerment Certificate of Advanced Studies (CAS) in Sviluppo delle competenze
  • Crediti di studio
  • 1 ECTS
  • Programma
  • -Il superamento dei limiti tradizionali delle discipline manageriali riferite al comportamento organizzativo: le prospettive offerte dalle neuroscienze e dall’economia sperimentale. -Dal paradigma delle intelligenze multiple alla teoria delle intelligenze manageriali: definizione dei fattori chiave che costituiscono le intelligenze manageriali. -Riconoscimento delle intelligenze manageriali in termini scientifici e operativi: le intelligenze logico-razionale, matematica, sociale, introspettiva, valorizzativa ed etica. -Modalità e strumenti per rilevare le intelligenze manageriali: sperimentazioni e verifiche per evidenziare l’insieme del patrimonio mentale dei manager. -I limiti oggettivi e soggettivi delle intelligenze manageriali: le trappole mentali (bias). -Esperimenti e simulazioni per rendere evidenti i limiti mentali all’efficacia delle prestazioni: la diffusione delle trappole mentali. -Come riconoscere e superare le trappole mentali che caratterizzando le intelligenze manageriali. -Esercitazioni individuali e collegiali per sperimentare come ridurre l’impatto delle principali trappole mentali e superare i limiti indotti dall’illusione della certezza e dai conseguenti autoinganni. -La ricerca e la validazione dei giovani talenti d’impresa: i profili derivanti dall’analisi delle intelligenze manageriali. -Come incrementare le intelligenze manageriali per l’efficacia dell’attività manageriale impiegando i nuovi orizzonti aperti dalle neuroscienze: l’allenamento cognitivo tramite il brain-fitness e lo sviluppo delle capacità relazionali ed emozionali per raggiungere e riprodurre il proprio “stato di grazia professionale” (tramite l’integrazione tra sistemi mentali cognitivi, emozionali e istintivi). -Come acquisire criteri, metodi, strumenti e approcci per navigare nella turbolenza e nell’imprevedibilità dell’attuale competizione economica -Sintesi dei temi trattati e riflessioni collegiali sulle opportunità offerte dal neuromanagement in campo organizzativo e formativo.
  • Durata
  • 16 ore-lezione
  • Relatori
  • Gian Carlo Cocco, docente del corso Sociologia dei processi economici e del lavoro presso la Facoltà di Economia dell’Università telematica e-Campus di Novedrate (Italia) e autore, tra l’altro, di due testi innovativi: “Intelligenze Managerial” e “Neuromanagement” (FrancoAngeli editore).
  • Responsabile
  • Andrea Martone, Professore SUPSI
  • Iscrizioni
  • Entro il 2 novembre 2017
  • Date
  • 8, 22 novembre 2017;
  • Orari
  • 9.00-12.30, 13.30-17.00
  • Luogo
  • SUPSI, Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale Stabile UBS Suglio Via Cantonale 18 Palazzo A CH-6928 Manno
  • Costo
  • CHF 1050.– La quota comprende il rilascio dell’attestato e la documentazione didattica.
  • Osservazioni
  • Il numero dei partecipanti è limitato a 20.
  • Informazioni
  • SUPSI, DEASS, Economia aziendale
    Palazzo A
    via Cantonale 16c
    6928 Manno
    T +41 (0)58 666 61 23
    F +41 (0)58 666 61 21
    deass.economia.fc@supsi.ch
    www.supsi.ch/deass
Maggiori informazioni