Ricerca corsi

Le risorse personali per risultati professionali: alla scoperta del nostro potenziale nascosto

  • Codice
  • DTI PF.09
  • Presentazione
  • Qualsiasi contesto lavorativo (e non solo) è caratterizzato dalla partecipazione di più persone e dalle conseguenti interazioni. La “qualità” di tali interazioni risulta fondamentale per la qualità dell’attività lavorativa, in quanto decisiva per il pieno l’utilizzo delle competenze tecniche. Occorre, pertanto, inquadrare correttamente la relazione tra le competenze tecniche e le competenze trasversali, ossia quelle che guidano i comportamenti relazionali: le prime sono il patrimonio necessario (e anche ovvio), ma non sufficiente, le seconde ne rappresentano il supporto indispensabile. È opportuno sottolineare con molto rilievo che nel passato (e in parte ancora oggi) si sono commessi due errori che hanno sempre causato perdita di efficacia e di efficienza: s ritenere che le competenze tecniche - ossia il saper fare - possano da sole soddisfare le necessità professionali, mentre le competenze trasversali - ossia il saper essere - siano una sorta di accessorio al quale dare poca attenzione; s ritenere che le competenze trasversali siano in realtà doti naturali, più o meno presenti in ciascuno e, soprattutto, immodificabili. In realtà il termine “competenze” viene usato proprio perché, al contrario, si tratta di capacità che possono essere migliorate (se già si possiedono) o possono essere apprese e consolidate con una preparazione specifica, fatta da un mix di aspetti concettuali e di aspetti sperimentali/applicativi.
  • Obiettivi
  • - Prendere consapevolezza dell’importanza che rivestono le capacità comportamentali e relazionali per l’ottenimento degli obiettivi professionali. - Indagare il livello delle risorse personali di cui si dispone. - Riuscire a confrontare, obiettivamente, le risorse disponibili con quelle che si ritengono necessarie per coprire adeguatamente il ruolo che si ha o che si vorrebbe avere. - Individuare la azioni da intraprendere per colmare le eventuali lacune e per migliorare l’utilizzo dei talenti, in un’ottica di prospettiva che sia contemporaneamente oggettiva e “su misura”.
  • Destinatari
  • Responsabili, manager di linea e di staff, quadri, capi settore, capi divisione e area manager, assistenti di direzione, assistenti del personale, Capi progetto, Project leader che desiderano sviluppare e consolidare le proprie capacità relazionali per potenziare il loro stile di management.
  • Requisiti
  • Avere conoscenza delle basi teoriche del Project Management o avere esperienza, anche breve, nell’ambito della realizzazione di progetti e/o pianificazione di attività.
  • Certificato
  • Attestato di frequenza. 1 credito di studio ECTS valido per il Certificate of Advanced Studies Prepararsi al futuro, subordinato al superamento dell'esame finale.
  • Crediti di studio
  • 1 ECTS
  • Programma
  • ALLA SCOPERTA DEL POTENZIALE NASCOSTO L’UNIVERSO DELLE SOFT SKILL 1. Dalle conoscenze alle competenze - conoscenze - capacità e abilità - competenze di base - verso le competenze trasversali 2. Le competenze trasversali - cosa sono - quali sono CHECKUP DELLO STATO DELL’ARTE DELLA PROPRIA SITUAZIONE 1. Fase percettiva personale - la percezione di quali soft skill interessano - la percezione del loro livello di importanza 2. Autoanalisi - personale - riesame critico condiviso - rivalutazione dell’autoanalisi MAPPATURA DELLE NECESSITÀ 1. Il quadro di riferimento - il ruolo: ricoperto o atteso - le mansioni insite nel ruolo 2. Stesura della mappa - deduzione personale delle soft skill necessarie: quali e livello di importanza - analisi condivisa - ridefinizione della mappa: tipo di soft skill e livello di importanza INDIVIDUAZIONE DEGLI INTERVENTI PER LA MESSA A PUNTO DELLA PROPRIA POWER UNIT PROFESSIONALE 1. Confronto disponibilità/necessità - riesame critico del rapporto tra le soft skill possedute e quelle necessarie - determinazione degli ambiti più rilevanti 2. Ipotesi di azione - per affrontare e risolvere le lacune - per valorizzare i talenti disponibili 3. Analisi di fattibilità delle ipotesi - valutazione dei contenuti - valutazione delle difficoltà - valutazione delle possibili alternative - condivisione e confronto 4. Scelta delle azioni - sintesi delle valutazioni - piano decisionale ESERCITAZIONI PRATICHE 1. Test individuali 2. Piano di sviluppo individuale
  • Durata
  • 12 ore-lezione
  • Responsabile/i
  • Antonio Bassi, responsabile MAS Project, Program and Portfolio Management
  • Relatore/i
  • Elia Contoz, CEO FORMED, Psicopedagogista, Formatrice, Coach in Italia, Svizzera e Francia
  • Iscrizione ai corsi
  • Entro il 5 maggio 2020
  • Date
  • 14, 19, 28 maggio 2020
  • Orari
  • 17.30-21.00
  • Luogo
  • SUPSI, Dipartimento tecnologie innovative, Manno
  • Costo
  • CHF 600.-- La quota comprende il rilascio del certificato, la documentazione didattica, pause serali
  • Osservazioni
  • Il corso sarà svolto on line salvo nuove disposizioni dell'autorità cantonale. Chi lo desidera, potrà continuare con questa modalità.
  • Informazioni di contatto
  • antonio.bassi@supsi.ch
  • Informazioni
  • SUPSI Dipartimento tecnologie innovative Tel. +41 (0)58 666 6511 Fax +41 (0)58 666 6571 Galleria 2 dti.fc@supsi.ch CH-6928 Manno