Ricerca corsi

Il trattamento della spalla instabile

  • Codice
  • DEASS TA.19.6
  • Presentazione
  • L’instabilità di spalla è spesso classificata come lussazione o sublussazione. Sempre più, però, diversi clinici riconoscono la presenza in molti pazienti delle cosidette instabilità strutturali minori. Queste instabilità strutturali sono così limitate da non risultare riconoscibili al paziente. Ciononostante possono spesso evidenziarsi in un sovraccarico e/o un impingement di altre strutture del complesso della spalla. Da qui possono perciò nascere i noti impingement secondari. Se la presa in carico di questo tipo di pazienti considerasse unicamente la sintomatologia, i risultati rischiano di essere subottimali e/o il problema rischia di recidivare. È perciò fondamentale considerare anche sempre le cause soggiacenti nel trattamento.
  • Obiettivi
  • Il seminario porterà la/il fisioterapista a essere in grado di: - discutere, valutare criticamente e integrare un ampio raggio di concetti e approcci appropriati nella gestione di disfunzioni complesse della spalla; - riconoscere e valutare criticamente i diversi tipi di instabilità di spalla e di impingement nella regione; - valutare criticamente esami e tecniche di trattamento rilevanti, secondo le ultime evidenze; - svolgere test sull’instabilità e sull’impingement rilevanti e discuterne criticamente i rispettivi ruoli e campi d’applicazione; - dimostrare tecniche e skills innovative, sensibili e rilevanti nella presa in carico di queste problematiche.
  • Destinatari
  • Il corso è riservato a fisioterapisti diplomati o laureati.
  • Requisiti
  • Non sono necessarie conoscenze pregresse.
  • Certificato
  • Attestato di frequenza con ECTS.
  • Crediti di studio
  • 1,5 ECTS
  • Contenuti
  • Gli aspetti più rilevanti rispetto alla stabilità del sistema e i più diffusi pattern clinici di questo ambito saranno discussi nei tre giorni di corso. Saranno presentate e praticate tecniche dell’esame fisico con focus articolare, neurodinamico e muscolare, nell’ottica di riuscire a individuare i diversi tipi di instabilità e impingement. Si elaborerà infine un programma di gestione della problematica sulle tecniche precedentemente citate, con la presentazione pratica su pazienti volontari.
  • Durata
  • 24 ore-lezione (3 giorni di corso)
  • Responsabile/i
  • Gianpiero Capra, docente senior e responsabile Formazione continua, Area riabilitazione, SUPSI.
  • Relatore/i
  • Pieter Westerhuis è un fisioterapista laureatosi nel 1981, Principal Maitland Instructor di IMTA, attivo clinicamente nel proprio studio privato a Solothurn. Dal 1990 impartisce corsi, oltre che nel programma IMTA, anche sui temi a lui più cari delle cefalee di origine cervicale e sulla spalla instabile in tutta Europa.
  • Iscrizione ai corsi
  • Entro il 10 aprile 2020
  • Date
  • 8, 9, 10 maggio 2020
  • Orari
  • 8.30-12.00, 13.30-17.00
  • Luogo
  • SUPSI, Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale, Stabile Piazzetta, via Violino 11, Manno.
  • Costo
  • CHF 750.- È previsto uno sconto del 10% per i soci degli enti convenzionati: SUPSI Alumni, Physioswiss, AIFI Nazionale, AIFI Emilia Romagna - Liguria - Piemonte - Umbria, GIS Sport, GTM. Si prega di inviare copia dell'affiliazione a: deass.sanita.fc@supsi.ch
  • Osservazioni
  • Lingua del corso: inglese con traduzione consecutiva in italiano.
  • Informazioni di contatto
  • SUPSI, Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale Stabile Suglio, via Cantonale 18 CH-6928 Manno T +41 (0)58 666 64 51 F +41 (0)58 666 64 59 deass.sanita.fc@supsi.ch
  • Informazioni
  • gianpiero.capra@supsi.ch
Maggiori informazioni