Ricerca corsi

La forza dell’inesperienza - Dare ed avere dallo Stagista

  • Codice
  • IMC 204
  • Presentazione
  • Lo stagista inaspettato, oltre ad essere il titolo di un divertente film, ben rappresenta come in realtà uno stagista potrebbe sorprenderci fornendo un reale supporto all’interno dello Studio professionale. Spesso per mancanza di tempo gli si affidano compiti banali e ripetitivi che non gratificano nessuna delle parti. Il neo laureato, primo di esperienza, non soffre dei timori che derivano dagli errori commessi e quindi è in grado di arricchire l’ambiente professionale con la sua creatività spontanea. Dall’altro canto il giovane ha l’opportunità di carpire come si applicano le competenze teoriche apprese durante la formazione accademica e come si gestiscono compiti e relazioni. Il bilancio deve portare un utile per entrambi. Del risultato positivo ne beneficia tutto lo Studio.
  • Obiettivi
  • Comprendere come gestire lo stagista in modo che la relazione professionale sia positiva e costruttiva per entrambe le parti: datore di lavoro e neo laureato.
  • Destinatari
  • Liberi professionisti, ingegneri e architetti di ogni indirizzo.
  • Requisiti
  • Nessuno in particolare.
  • Certificato
  • Attestato di frequenza (su richiesta).
  • Crediti di studio
  • 0 ECTS
  • Programma
  • • Scegliere la persona giusta: conoscenza reciproca, gestione del colloquio, domande di verifica sulle competenze umane • Accogliere e preparare un piano di inserimento e sviluppo professionale: obiettivi da condividere, mansioni da svolgere, trasmissione delle competenze operative per portare a termine con successo i compiti attribuiti, coinvolgere nella vita dello studio, delegare attività da gestire in autonomia, motivare a migliorarsi costantemente e a credere nelle proprie potenzialità, creare un dialogo, sollecitare un confronto critico e monitorare in modo regolare (settimanalmente) il lavoro svolto, essere corretto ed equo nei rapporti contutti i collaboratori • Creare un rapporto di stima reciproca: capacità di porsi e di farsi apprezzare, rispetto e forme di cortesia, fiducia, rispetto dei ruoli e delle regole dello Studio, senso di responsabilità, favorire la proattività • Ascoltare: mettersi nei panni dell’altro, guardare con attenzione per carpire le situazioni critiche e i timori, porre domande, rispondere ai quesiti • Favorire l’integrazione: coinvolgere nelle diverse attività professionali e extra professionali, essere disponibile
  • Durata
  • 4 ore-lezione (+ 1 ora-lezione di coaching individuale)
  • Responsabile/i
  • Cristina Carcano, docente SUPSI.
  • Relatore/i
  • Cristina Carcano, docente SUPSI.
  • Iscrizione ai corsi
  • Entro il 24 aprile 2018
  • Date
  • 16 maggio 2018
  • Orari
  • 17.00-20.30
  • Luogo
  • SUPSI, Dipartimento ambiente costruzioni e design, Canobbio (TPL linea 4, fermata Centro Studi)
  • Costo
  • CHF 250.-
  • Osservazioni
  • Il numero di partecipanti è limitato a 16.
  • Informazioni
  • Informazioni amministrative SUPSI, Istituto materiali e costruzioni Campus Trevano, CH-6952 Canobbio T +41 (0)58 666 63 25 F +41 (0)58 666 63 59 imc.fc@supsi.ch Informazioni tecniche Cristina Carcano cristina.carcano@supsi.ch
Maggiori informazioni