Ricerca corsi

CAS Umanesimo ed etica clinica

  • Codice
  • DEASS UC
  • Presentazione
  • L’umanesimo clinico (Medical Humanities, humanités médicales) abita al crocevia tra il corpo ammalato, l’anima sofferente e bisognosa, la fragile cittadinanza dell’uomo in situazione di malattia da una parte e, dall’altra, la relazione d’aiuto e di cura nelle sue dimensioni fondative: filosofico–storiche, psico–antropologiche, sociali, tecniche ed etiche. Il percorso di formazione si indirizza così a tutti i professionisti che lavorano nell’ambito delle relazioni di aiuto e di cura, interessati a migliorare la propria capacità di comprendere e di vivere il bisogno, la fragilità e il dolore dei propri ospiti, utenti o pazienti e delle loro famiglie, immersi in un contesto segnato dal malessere per il rischio di declino della soggettività dell’uomo in ambienti di cura e d’aiuto sempre più dominati dalla tecnica e da esigenze economicistiche. Intende così riattivare un dialogo tanto antico quanto attuale che il curante non può evitare, tra pensiero filosofico, sapere medico e sguardo psico–antropologico, che mira ad arricchire, oltre alla comprensione dell’altro, la propria umanità. Parafrasando Karl Jaspers, l’umanesimo clinico “non si interessa alla filosofia perché questa le insegna delle conoscenze positive per la propria scienza ma perché le apre lo spazio interiore al proprio sapere”. Un’affermazione che vale anche per la tecno–medicina alle nostre latitudini.
  • Obiettivi
  • - Introdurre alla nuova defnizione di umanesimo clinico e alla conseguente sensibilità etica. - Sensibilizzare alla complessità della relazione di cura e aiuto attraverso uno sguardo interdisciplinare (dimensioni filosofiche, antropologiche, psicologiche, estetiche, etiche, storiche, ambientali). - Sostenere e raffinare una lettura fenomenologica della realtà dell’esistenza, sana e malata, e della relazione di cura. - Arricchire la propria comprensione di sé e la conoscenza dell’umano, attraverso un approfondimento delle dimensioni esistenziali che la malattia e la sua presa in carico mettono particolarmente in gioco. - Favorire il confronto delle idee e delle prospettive fra le diverse figure coinvolte nel processo di cura.
  • Destinatari
  • Professionisti attivi in ambito sanitario e sociale in possesso di un diploma di livello terziario (medici, infermieri, fisioterapisti, ergoterapisti, operatori sociali, psicosociali e psicoeducativi; quadri clinici, amministrativi e dirigenziali degli ospedali pubblici e privati, delle case per anziani, dei servizi a domicilio, del soccorso pre-ospedaliero).
  • Requisiti
  • Esperienza professionale in ambito sanitario, psicologico, sociale ed educativo in corso o maturata dopo l’acquisizione del diploma/laurea di base.
  • Certificato
  • Possibilità di conseguire, previa elaborazione dei relativi lavori di certificazione, i seguenti titoli: – Certificate of Advanced Studies SUPSI (a seguito di un singolo ciclo di formazione CAS) – Diploma of Advanced Studies SUPSI (a seguito di due cicli di formazione CAS) – Master of Advanced Studies SUPSI (a seguito di tre cicli di formazione CAS)
  • Crediti di studio
  • 15 ECTS
  • Contenuti
  • TEMPORALITÀ E CURA Tra gli indicatori esistenziali della Cura che abitano i territori dell’umanesimo clinico, la temporalità dell’esistenza nelle sue variegate forme (chronos, kairos, aïon), occupa un posto privilegiato, di cui il percorso formativo cerca di svelare gli intrighi e gli intrecci in cui si articola il confronto tragico tra destino, tecnica e umanità. Da questo confronto prende forma il gesto di cura come permanente gesto etico. Come vivere e come (so)stare nella temporalità dell’esistenza e insieme nella temporalità della Cura? Questa è la questione che guida un percorso a più voci, attraverso cui poter disegnare frammenti e indicare itinerari, ognuno dal vertice della sua disciplina, attorno ad alcune possibili configurazioni narrative della soggettività nell’incontro con la malattia e nel suo declinarsi nelle varie forme del tempo: tempo dell’urgenza, tempo della cronicità, tempo del trauma, tempo dell’agonia, tempo dell’attesa, tempo della speranza, tempo del lutto, tempo della rinascita.
  • Programma
  • Modulo 1: Incipit. Gli assi esistenziali dell’umanesimo clinico: la temporalità Modulo 2: Le forme del tempo e la cura: chronos e kairos Modulo 3: Il tempo urgente Modulo 4: Il tempo lento e la cronicità Modulo 5: Il tempo istituzionale Modulo 6: Il tempo del corpo e il tempo dell’anima Modulo 7: Il tempo sacro Modulo 8: Il tempo dell’immediatezza, il tempo dell’attesa Modulo 9: Il tempo della fine Modulo 10: Il tempo del silenzio, il tempo della parola, il tempo del gesto Modulo 11: Malattie del tempo Modulo 12: Excipit. Al di qua e al di là del tempo, il tempo che spera, il tempo che è vita
  • Durata
  • 192 ore-lezione
  • Responsabile/i
  • Graziano Martignoni e Guenda Bernegger
  • Relatore/i
  • Esperti del settore
  • Iscrizione ai corsi
  • Tutto il CAS: entro il 20 dicembre 2018 Ai singoli moduli: entro tre settimane dall’inizio del modulo, richiedendo il formulario di ammissione a: deass.sanita.fc@supsi.ch.
  • Date
  • 14-15 febbraio 2019 21–22 marzo 2019 2–3 maggio 2019 6–7 giugno 2019 19–20 settembre 2019 17–18 ottobre 2019 14–15 novembre 2019 12–13 dicembre 2019 23–24 gennaio 2020 20–21 febbraio 2020 26–27 marzo 2020 23–24 aprile 2020
  • Orari
  • Giovedì: 13.30-19.00 Venerdì: 8.30-19.00
  • Luogo
  • Castello di Sasso Corbaro, Bellinzona. Sono possibili alcune lezioni fuori sede.
  • Costo
  • CHF 4’500.– , prova di certificazione e materiali didattici inclusi (sono invece escluse eventuali tasse di certificazione per il DAS e il MAS). Singolo modulo: CHF 400.–. Il premio Venka Miletic della Fondazione Sasso Corbaro mette a disposizione due borse di studio di CHF 2’000.– ciascuna per 2 partecipanti al CAS. Per ulteriori informazioni scrivere a: fondazione@sasso–corbaro.ch .
  • Osservazioni
  • Gli studenti che hanno già conseguito dal 2013 al 2018 un Certificate of Advanced Studies nell’area dell’etica clinica e delle Medical Humanities, potranno ottenere, previa valutazione dei crediti ECTS già certificati, il Diploma of Advanced Studies (DAS) in Umanesimo ed etica clinica. Condizione per l’ottenimento del DAS è l’elaborazione e l’argomentazione di un lavoro scritto (tassa di certificazione di CHF 1’000.–). Per chi ha certificato due CAS, la frequentazione di un terzo permette di ottenere il Master of Advanced Studies (MAS) in Umanesimo ed etica clinica attraverso l’elaborazione finale di prove di certificazione così suddivise: – un report di Best Practice (5 ECTS) da effettuare durante la frequentazione del terzo CAS; – una tesi finale e relativa difesa del lavoro di tesi (10 ECTS). In totale si otterranno 60 ECTS. La tassa di certificazione del MAS ammonta a CHF 1’500.–. Per la certificazione del MAS non è necessario l’ottenimento della certificazione del Diploma of Advanced Studies.
  • Informazioni
  • SUPSI, DEASS, Sanità Stabile Suglio, Via Cantonale 18 CH-6928 Manno T +41 (0)58 666 64 51 / 64 32 F+41 (0)58 666 64 59 deass.sanita.fc@supsi.ch www.supsi.ch/deass
Maggiori informazioni